LA RIFLESSOLOGIA PLANTARE

Il Massaggio del Piede nella storia

Praticata fin dai tempi più antichi e conosciuta dalle diverse popolazioni che hanno abitato il nostro pianeta (indiani d'America, cinesi indiani, egiziani, ecc.), la Riflessologia Plantare, (massaggio del piede), è stata riscoperta e sperimentata nel nostro secolo da numerosi religiosi, medici e fisioterapisti che attraverso la pratica ne hanno comprovato la validità ed efficacia permettendole di divulgarsi sempre di più in Occidente. Come in uno specchio, la zona plantare dei nostri piedi riflette tutte le zone del corpo, dall'osservazione della zona plantare dei nostri piedi, possiamo dunque risalire allo stato di salute dellapersona, nonché alleviare numerosi disturbi, solo attraverso il loro trattamento manuale di riflessologia plantare.

Storia Egizi
Fig. 1. Trattamento egizio di riflessologia plantare e palmare. Inizio della VI dinastia 2330 a. C. circa Dipinto murale contenuto nella tomba d'Akhmahor Saqqara, conosciuta anche come la tomba del medico.

"Quale metodo migliore si può usare per rassicurare, rilassare far sentire meglio chiunque se non coccolato, massaggiando e prendendosi cura dei suoi piedi?"

Questo ha in ogni modo delle basi che sono anche scientifiche e anatomiche e fisiologiche, essendo i piedi il punto d'arrivo di numerose terminazioni nervose che dalla radice e quindi dal midollo spinale, sono in collegamento diretto con tutti gli organi del corpo umano.

Storia recente del massaggio zonale

o riflessologia plantare

Chi volesse studiare la storia della moderna Riflessologia Plantare, dovrebbe iniziare, tra gli altri, con il Dr. William H. Fitzgerald. Il Dr. Fitzgerald, secondo un articolo di giornale trovato tra gli appunti di Eunice Ingham, chiese di esaminare le dita delle mani e dei piedi di una cantante con una forte perdita di voce. Dopo tal esame, le affermò che la causa della perdita dei suoi registri alti era un riflessa in callo sul suo alluce destro. Dopo aver esercitato una pressione sulla parte corrispondente in quella stessa zona per alcuni minuti, la cantante riuscì a raggiungere due note più alte di quanto non avesse mai cantato in precedenza". Incredibile?

Ma che cosa aveva a che fare quel fatto di tanti anni fa con i nostri concetti attuali di Riflessologia o Riflessologia Plantare? Il Dr. Fitzgerald era un medico del Boston City Hospital, e inoltre uno specialista laringoiatra (esercitante) presso lo St. Francis Hospital di Hartford, nel Connecticut. Nel 1902, mentre era a capo del Reparto d'Otorinolaringoiatria, iniziò a praticare la terapia zonale poi trasformata e sistematizzata per il piede e chiamata riflessologia plantare. In quel periodo egli espresse il suo pensiero e le sue attese ad una terapista del suo staff. Il seme cominciava a germogliare. Il nome di quel medico era Joe Sheiby Riley.

Nello studio del dott Sheiby Riley. lavorava come terapista un'infermiera: Eunice Ingham che cominciò a sviluppare la parte specifica del piede, la riflessologia plantare. Cosi in seguito iniziò ad operare sui piedi della gente, usando il pollice per premere su determinate zone... facendo tentativi e cercando costantemente dei punti sul plantare del piede particolarmente sensibili... ricordando che Fitzgerald aveva, in una sezione di un suo libro, disegnato un rudimentale corpo sui piedi.

Riflessologia Plantalare On Zon Su School

Eunice Ingham, continuando a tastare con le dita e il pollice, cercava di localizzare le zone più sensibili sui piedi. Il primo lavoro dell'Ingham risale al 1935 quando, durante l'estate, viveva sul Lago Conesus, nello Stato Superiore di New York. Ampliò la sua ricerca fornendo trattamenti di riflessologia plantare ai residenti di questo piccolo villaggio. Nel 1938 decise di scrivere due libri sulla riflessologia plantare che intitolò "Le Storie che i piedi possono raccontare" e "Storie che i piedi hanno raccontato" (1), Questi libro le servirono a divulgare i benefici della riflessologia plantare, con l' approvazione del Dr. Riley, che si era ormai convinto egli stesso che vi fosse qualcosa di benefico nella riflessologia del piede o plantare.

Riflessologia Plantalare On Zon Su 2

In quel periodo, tra le molte lettere dell'Ingham, c'è la corrispondenza con medici e anche con facoltà universitarie di medicina, molti dei quali chiedevano maggiori informazioni sul suo sistema, mentre altri le chiedevano di tenere conferenze durante qualche seminario oppure nei corsi regolari. Eunice Ingham, verso la fine degli anni '40 e durante la decade dei '50 affidò l'incarico di tenere insieme a lei i seminari, e così a divulgare la riflessologia plantare, al nipote Dwight C. Byers.

Ma la portata di quest'attività si estese talmente che, nel 1961, raggiunse un punto in cui Byers e la sorella Eusebia Messenger, Infermiera Diplomata, trovarono necessario assisterla a tempo pieno. Sette anni dopo, diventarono entrambi pienamente responsabili per il proseguimento del suo insegnamento fino alla metà degli anni '70,

Eunice Ingham morì nel Dicembre 1974, all'età di 85 anni, passò al suo premio eterno, dopo una vita dedicata ad aiutare l'umanità, con la Riflessologia Plantare. La Ingham oltre al nipote Dwight C. Byers, ebbe molti allievi anche provenienti dall'Europa, che diventarono terapisti sotto la sua guida: Mildred Carter (USA), Hanna Marquard (Germania), Doreen E. Bayly (Inghilterra). Nota: la storia recente della Riflessologia Plantare è stata estrapolata dal libro "La Riflessoterapia del Piede di dwight c. byers ed. mediterranee".
Allievo e collaboratore della Doreen E. Bayly è Marco Lo Russo (Italia), Un'insegnante del corso è stato allievo del collaboratore della Bayly, Marco Lo Russo.

A chi è rivolto il corso?
Il Corso è rivolto a tutti:

A Massaggiatori e Terapisti e Operatori Discipline

Reflessologi e/od operatori che abbiano esperienza d'altre tecniche di Riflessologia Plantare che attraverso questo corso avranno la possibilità di approfondire lo studio del massaggio del piede, di capirne le origini, la storia, la tecnica e soprattutto le basi su cui si fonda, riscoprendo possibilità terapeutiche assolutamente inespresse dalle scuole occidentali. Infatti, sino a poco tempo fa nulla o pochissimo si sapeva sulle origini dell'arte del massaggio zonale del piede, in particolare non si sapeva quale rapporto ci fosse tra le scuole occidentali e l'antichissima arte orientale della terapia pressodigitale. In questo corso, sono insegnate delle tecniche e trattamenti specifici con l'uso di molte "mappe" che offrono la possibilità di lavorare "a più livelli" trattando specifici aspetti: materiali, energetici, sottili dell'uomo.

Ideogramma On Zon Su

Terapisti Shiatsu - Tui-Na e/od operatori che abbiano esperienza d'altre tecniche di massaggio. Attraverso questo corso, è offerta loro la possibilità di appropriarsi uno strumento di lavoro in più, essendo possibile con questo metodo, trattare l'organismo con gli stessi principi che regolano la medicina tradizionale cinese e le altre tecniche di massaggio ad essa correlate (Shiatsu). Il programma, infatti, prevede lo studio e la messa in pratica di mappe che possono essere interpretate anche con la logica della medicina tradizionale cinese sia in diagnosi sia in terapia. Si potrà, infatti, agire sulle cinque sostanze fondamentali dell'organismo solo con il massaggio del piede:
- Si potrà intervenire sulle sindromi del QI, del sangue Xue, sulla quintessenza Jing, sull'energia mentale Shen, sui liquidi organici Jinye, sui cinque elementi fondamentali Fuoco Terra Metallo Acqua, Legno e organi interni corrispondenti.

Insegnanti e/od operatori d'altre discipline olistiche

Questi potranno integrare il proprio bagaglio culturale ed esperienziale imparando l'On Zon Su©, tecnica di massaggio podalico che offre loro la possibilità di intervenire sui processi interni del corpo operando sulla sua periferia in modo del tutto innocuo. Il suo approccio è olistico, prende cioè in considerazione l'essere umano nella sua totalità: ogni disturbo è collegato allo stato generale del cliente. Il corso prende in considerazione la preparazione psicofisica dell'operatore con studio e lavoro sulla postura e respiro del terapista attraverso i principi elementari delle pratiche respiratorie di preparazione e di potenziamento energetico, dando la possibilità di migliorare ed accrescere la capacita di interagire con gli altri.

A Tutti coloro che vogliano imparare una tecnica di "lunga vita". La riflessologia plantare On Zon Su© infatti, è un'arte e una pratica, cioè una via di miglioramento e di crescita. Aiuta ad ottenere benessere e salute, si può utilizzare su se stessi e sugli altri per il mantenimento della salute psicofisica e per il benessere. Il nostro corso permette di raggiungere facilmente una approfondita conoscenza della riflessologia (o reflessologia) del piede o plantare, tale da permettere a chiunque di praticarla con successo a qualunque tipo di persona attraverso l'applicazione delle tecniche appartenenti alla scuola tradizionale cinese. Può essere praticato in famiglia o in gruppi di pratica con frequenza periodica. Il corso offre un bagaglio di conoscenze tali da permettere all'operatore di intervenire sia con massaggi riequilibranti generali (Katà del piede), sia con il trattamento di singole zone e/o punti del piede utilizzando una o più mappe caratteristiche di questo metodo.

M° Ming Wong
per approfondire l'argomento, si consiglia la lettura dei libri "On Zon Su®il massaggio cinese del piede per la salute" di Ming Wong C.Y. e Alessandro Conte - ed. iniziazione mediterranee 1988, e "Le mappe segrete dell'On Zon Su®, antichi massaggi per la Riflessologia Plantare. Ediz. Mediterranee, degli stessi autori.

Visita la nostra sezione Libri

Programma del corso

I corsi di riflessologia plantare completi sono strutturati in tre moduli di un anno ciascuno.

Ogni modulo (anno), è composto di sette week-end distanziati uno dall'altro di circa un mese (totale 21 week-end). Ogni anno, vale a dire in ogni modulo, sono trattati degli argomenti a sé stanti. Per accedere ad un modulo non è necessario avere seguito uno degli altri moduli perché gli argomenti sono diversi da modulo a modulo.

Al termine d'ogni annualità singola l'allievo è in grado di operare con risultati soddisfacenti e può da subito sperimentare quanto appreso nel campo della riflessologia plantare. Al termine dei tre moduli previsti, l'allievo è in grado di operare con risultati professionali di qualità.

Materiale di Studio

Materiale di studio

Su richiesta, vengono forniti i libri e dispensa iniziale a prezzo scontato rispetto le librerie, indispensabili gli appunti presi dagli allievi durante i corsi. Alla fine dell'anno, su richiesta, e a pagamento, al prezzo di ristampa, viene fornita la dispensa relativa al modulo annuale, ne hanno diritto solamente gli allievi in regola con la frequenza dell'80% delle lezioni del corso di riflessologia plantare cinese svolte.

Note biografiche del Maestro in MTC, Ming Wong C.Y.:

Il Maestro Ming, medico tradizionale di Canton, studia e pratica da più di quaranta anni la medicina cinese, così come le sette precedenti generazioni della sua famiglia. Insegnamenti gli sono stati impartiti fin dall'infanzia dal suo bisnonno, il medico Wong Mou Wan, famoso soprattutto per l'agopuntura e per il Tou Kung,... segue su m° Ming

On Zon Su School

Le Applicazioni dell'On Zon Su©

la riflessologia plantare cinese, il massaggio tradizionale cinese del piede
  • 1)BENESSERE............................(DA TUTTI, Presso centri benessere, termali, hotel, ecc. come pratica igienico preventiva e per il benessere. In questo contesto è molto richiesto e può essere praticato senza finalità terapeutiche e senza i requisiti professionali sanitari (nel Campo delle Discipline Bionaturali per il Benessere della persona).
  • 2)FAMIGLIARE.........................TUTTI possono utilizzare il metodo, per migliorare il rapporto e la comunicazione famigliare, è molto utile e gradito ai bambini, aiuta il rilassamento, da conforto, calore e attenzione, è utile ai genitori e figli, è un'esperienza di contatto affettivo, non ha controindicazioni particolari e/o effetti indesiderati, favorisce uno stato di benessere al bambino e al genitore. Utilizzato in questo campo non ha chiaramente finalità terapeutiche.
  • 3)SOCIALE..................................(DA TUTTI, in sedute individuali o organizzando gruppi di pratica, questo a scopo di migliorare la relazione, la comunicazione non verbale, come pratica di meditazione, e come pratica di lunga vita, per il benessere psicofisico, anche in questo caso non ci sono finalità terapeutiche ma esclusivamente igienico preventive in campo sociale e del benessere della persona.
  • 4)CULTURALE...........................(DA TUTTI, come approfondimento della propria cultura personale, attraverso la conoscenza di antiche tradizioni e arti popolari di altri paesi, momenti di confronto e scambio di esperienze.
  • 6)ESTETICO.........................presso centri estetici autorizzati e a norma di legge da personale con diploma di estetista. Anche in questo caso il trattamento non può avere impostazione e finalità terapeutiche, ma solamente come cura estetica del piede e della persona.
  • 5)SANITARIO(con finalità terapeutiche).....SOLO da personale sanitario diplomato, operante sotto il controllo del SSN vedi fisioterapisti, massofisioterapisti, medici che vogliono imparare e sperimentare il metodo come terapia non convenzionale;

Particolarità del metodo
di riflessologia plantare cinese On Zon Su©

Una caratteristica essenziale di questo metodo di riflessologia plantare divulgato con i nostri corsi è che può essere applicato con le leggi che regolano la Filosofia Tradizionale Cinese, quindi si possono acquisire gli elementi fondamentali di verifica energetica e di trattamento per divenire un operatore secondo la concezione orientale (stessi principi di lavoro per lo Shiatsu). Questa particolare tecnica di riflessologia plantare è talmente raffinata e le manovre, le procedure e le tavole utilizzate sono in così gran numero, da farne un metodo complesso e articolato, questo, lascia una porta aperta a possibili ampliamenti ed approfondimenti futuri che saranno condivisi con gli interessati attraverso i nostri corsi.

La scuola antica di Massaggio del Piede Cinese per la riflessologia plantare On Zon Su©

Si tratta di antiche metodiche di massaggio tradizionale cinese del piede che possono essere applicati alla Riflessologia Plantare moderna. Si tutta di una serie di tecniche e di trattamenti specifici, quali l'uso di molte mappe molto efficaci per il benessere e il mantenimento della salute, la metodica, è ricca di potenzialità inespresse dalle scuola occidentali. La Riflessologia del piede o plantare On Zon Su©, s'inserisce perfettamente nel filone delle Discipline Bionaturali per il Benessere della persona, divenendone un trattamento ricco di potenzialità delle quali molte ancora da scoprire, il massaggio del piede secondo la tradizione cinese, offre l'opportunità di intraprender "un viaggio misterioso" verso la propria consapevolezza, la propria sensibilità, e quindi verso la propria natura originaria.

Sino a poco tempo fa nulla o pochissimo si sapeva sulle origini dell'arte del massaggio del piede, in particolare non si sapeva quale rapporto ci fosse tra le scuole occidentali di riflessologia plantare e l'antichissima arte orientale della pressione digitale anche plantare, anche se intuitivamente sembrava esistere una ben precisa relazione tra le due scienze, o quantomeno, una certa analogia.

Lo dobbiamo al Maestro Ming Wong C.Y. che abbiamo avuto la fortuna di conoscere, se si è aperto un varco nella conoscenza di questa affascinante arte di lunga vita per il benessere e la salute.Lo studio con il M° Ming ci ha dato la possibilità di approfondire la materia della riflessologia plantare cinese On Zon Su© e della riflessologia del piede sino al ginocchio, di capirne le origini, la storia, la tecnica e soprattutto le basi su cui si fonda.

Fin dall'antichità s'insegnava nelle prime scuole Taoiste il massaggio del piede come pratica per la salute e il benessere psicofisico. L'equilibrio energetico umano doveva essere in accordo con quello delle leggi della natura circostante, poiché l'organismo interagisce con il cosmo. Furono fondate le basi strutturali di quello che oggi chiamiamo riflessologia plantare cinese On Zon Su©.

Studio Riflessologia Plantalare On Zon Su

Partendo dallo studio delle correlazioni e delle concordanze all'interno dell'universo, dei costituenti della natura e dell'uomo, furono in questo modo edificate a poco a poco le leggi fondamentali della filosofia della vita e delle tecniche di massaggio del piede per la salute. Questi metodi erano insegnati solo a pochi allievi. Si sono divulgati principalmente grazie a medici, religiosi, e grazie alla tradizione popolare.

Da allora sono passate novantanove generazioni fino agli insegnamenti attuali. Il massaggio zonale del piede, o riflessologia plantare cinese On Zon Su© stimolando la circolazione dell'energia vitale, agisce sui tessuti e sugli organi in stretta relazione alle zone riflesse sul piede.

Queste zone sono riportate nelle "Tavole o mappe" che sono parte essenziale nello studio e nella pratica dell' On Zon Su© (massaggio del piede o riflessologia plantare cinese). Nel mondo contemporaneo sì da troppa importanza alla testa e troppo poco ai piedi. Si privilegiano le attività intellettuali e sedentarie e si cammina sempre meno. Le calzature sono considerate dal punto di vista estetico e non da quello del beneficio dei piedi. Ad ogni problema nei piedi corrisponde uno squilibrio nella salute dell'organismo; bisogna riscoprire i piedi e capire la loro importanza per il nostro benessere. Ecco perché è utile imparare e praticare il massaggio dei piedi cinese attraverso lo studio di una scuola antichissima, che ci tramanda insegnamenti ricchi di potenzialità inespresse dalle scuole occidentali di riflessologia plantare.

Che cos'è On Zon Su©?

E' un metodo di manipolazione del piede, un metodo per la salute, come prevenzione, mantenimento e cura del corpo e dello spirito. Serve per conservare e migliorare la salute, equilibrare e potenziare l'energia fisica e psichica. Come metodo di cura potrebbe far parte della medicina tradizionale asiatica. Si è tramandato nella conoscenza e nelle abitudini del popolo e dei maestri e monaci Moisti, Buddisti, Taoisti, nonchè attraverso famiglie di medici ecc. Rappresenta l'origine del massaggio cinese dal quale poi è evoluto con il nome di TUINA ed ha interessato tutto il corpo.

La riflessologia plantare cinese On Zon Su© è un'arte e una pratica, cioè una via di miglioramento e crescita. Iniziando a studiare il massaggio del piede On Zon Su©, si deve essere consapevoli che si applicherà ad altre persone (eventualmente a se stessi) qualcosa che è una pratica manuale ma prima ancora una "via" di crescita interiore e un modo di stabilire un contatto tra individui attraverso una forma primordiale di comunicazione non verbale.

Il massaggio On Zon Su© consiste in una serie d'operazioni su certi punti e zone del piede ma coinvolge tutta la persona e interagisce con i meccanismi che mettono in rapporto la persona con l'ambiente in cui vive. Nell'Antica Cina vi furono tre grandissimi uomini che diedero vita a tre grandi insegnamenti e influenzarono più di duemila anni di storia dell'oriente. Il primo, Lao Zi fu un gran maestro Taoista. Il secondo, Confucio fu un gran maestro della scuola morale. Il terzo, Mak Zi fu il fondatore del "Moismo".

Secondo Mak Zi, per esempio, massaggiare la testa e i piedi è utile a tutti. Gli uomini oltre al corpo fisico ed ai cinque sensi possiedono, a differenza degli animali, conoscenza, sentimento ed ideali. Se il corpo e la mente sono forti queste ricchezze si possono ottenere, mantenere ed applicare per il benessere della comunità.

Se sorgono malattie fisiche o mentali o perdita dell'equilibrio psicofisico, ci sono ripercussioni negative sulla vita sociale. Per aiutare gli uomini ad ottenere e mantenere la salute Mak Zi insegnò al suo principale discepolo il metodo di massaggio cinese del piede On Zon Su© per distribuire l'energia vitale, aprire la conoscenza, e calmare lo spirito per regolare e curare i cattivi stati psicologici e i pensieri sbagliati.

Cii superiore

Questa tecnica è arrivata sino ai giorni nostri come metodo di gran beneficio agli uomini e al mondo. In questo corso viene divulgato il micro massaggio plantare energetico del piede integrato nello studio della Filosofia Energetica Asiatica, con particolare riferimento alle differenze tra scuola asiatica cinese ed occidentale di riflessologia plantare.

Il massaggio del piede cinese (plantare/podalico) On Zon Su© è una tecnica maturata in migliaia d'anni dall'esperienza di molti praticanti, può sicuramente tornare utile nella vita di tutti i giorni come metodo igienico preventivo per il benessere. Attualmente è applicabile Come disciplina bio naturale per il benessere nel campo della Riflessologia Plantare.

Il massaggio del piede On Zon Su©, è un'arte, intesa come lavoro artigianale, che richiede esperienza ed una lunga pratica prima di poter dare dei "buoni risultati, ma anche capacità, da parte di chi lo pratica, di adattarsi alle situazioni che la tecnica richiede" E' necessario riportare l'equilibrio dove era venuto meno, attraverso una comprensione completa dello squilibrio energetico, con la coscienza di agire su una parte del corpo, i piedi, che sono le radici di tutto l'organismo e quindi hanno un'importanza fondamentale per il benessere di ognuno di noi.

Da queste considerazioni nasce il nostro interesse per l'arte tradizionale cinese del massaggio del piede che abbiamo deciso di divulgare con i nostri corsi a livello professionale. Grazie a questa tecnica di riflessologia plantare cinese, il rapporto tra i piedi e la mente, è messo in luce nei suoi aspetti più sottili.
Clicca qui per saperne di più sulle origini storico mitologiche

Mak Zi
Mak Zi Libro

Secondo la tradizione filosofica asiatica in primo luogo regola il sistema Yin e Yang: il corpo umano non può vivere in armonia se questi due principi complementari che sostengono la vita nel suo interno non sono in equilibrio. Un qualsiasi sistema in natura può essere studiato secondo la visione analogica bipolare. Se in certi momenti dell'esistenza, in seguito ad aggressioni esterne, o in caso di terreno già predisposto, uno dei due si trova in difetto, si ha l'inizio dello squilibrio energetico.

E' ' a questo livello che interviene il massaggio zonale del piede On Zon Su©: tramite un sistema complesso di azioni di tipo energetico specifiche, esso attiva all'interno del corpo meccanismi omeostatici di autoregolazione che vanno a controbilanciare gli effetti dannosi derivati dalle carenze del sistema d'equilibrio Yin/Yang (che si può paragonare al sistema autonomo neurovegetativo ortosimpatico e parasimpatico). Ricerche negli Stati Uniti hanno recentemente dimostrato che un'azione riflessa attraverso lo studio e l'applicazione della riflessologia plantare su certi punti e/o zone del piede provoca una reazione corrispondente agli organi interni, andando a modificare l'equilibrio acido/basico delle cellule dell'organo stesso.

Trattando le zone riflesse corrispondenti alle funzioni organiche riportate nelle "Tavole" (mappe) della riflessologia plantare cinese On Zon Su©, si può provare una sensazione più o meno fastidiosa, questo perché si schiaccia centinaia e centinaia di cellule i cui elementi ionizzati dominanti nel loro interno fuoriescono. Sono accolti nel flusso del liquido intercellulare e finalmente eccitano le sottili ramificazioni terminali dei nervi parasimpatici. La velocità di conduzione dell'impulso nervoso è molto grande, il sistema parasimpatico provoca una tonificazione delle cellule dell'organo che si trova in rapporto energetico con il punto o la zona stimolata, oppure, secondo del tipo di stimolazione provocato si può ottenere un effetto tonificante di tutto l'organismo (equilibrio acido/basico). In tutti i casi, è stato provato e sperimentato che questo meccanismo d'azione provoca una regolarizzazione delle funzioni organiche con miglioramento generale dello stato psicofisico e quindi grande aiuto per il benessere della persona.

Piede 4 On zon Su

In secondo luogo, il massaggio del piede cinese on zon su© stimola i meccanismi difensivi dell'organismo (es. aumento globuli rossi, bianchi, ecc.). L'azione iniziale interessa il sistema muscolare con tensioni di vario tipo, secondariamente, nel tempo la funzione organica. Il massaggio del piede On Zon Su© aiuta a sciogliere i nodi dovuti a spasmi muscolari, tensioni croniche, a lenire e a eliminare i disturbi derivanti da traumi emotivi. Coinvolge e migliora il sistema omeostatico di autoregolazione, favorendo il flusso dell'energia (favorendo la funzione) e migliorando tutto il metabolismo, questo, grazie al migliore apporto di sostanze nutritive e all'eliminazione delle scorie dall'organismo.

La corretta stimolazione dell'energia vitale "Qi", ovvero una regolarizzazione dell'equilibrio ortosimpatico - parasimpatico, attraverso le manovre della riflessologia plantare cinese, opera anche in relazione al sistema ormonale e incide sul funzionamento delle ghiandole endocrine (ipofisi, epifisi, timo, tiroide e surrenali armonizzandone le funzioni).

Osservazioni sul Sistema Nervoso Periferico (nervi e midollo spinale), Centrale (cervello e organi nervosi contigui) e sulla pelle, hanno provato che esiste un legame "riflesso" fra la periferia del corpo e il SNC paragonando le zone e i punti riflessi del piede a relais, o ricettori di terminazioni nervose, in rapporto alle strutture organiche interne. L'organo, la cui funzione pervade il corpo intero, non è più il centro da cui scaturisce l'energia, ma la sua "ombra riflessa" nonché terminazione periferica che viene sapientemente stimolata dall'operatore attraverso la riflessologia plantare cinese On Zon Su©.

In terzo luogo interviene sui principali disturbi dovuti a stress o tensioni di vario tipo, rilassando e tonificando tutto il corpo. Attraverso i piedi, con l'On Zon Su©. La riflessologia On Zon Su© (del piede e plantare), interviene inoltre con estrema efficacia sul riequilibrio dei vari sistemi funzionali organici, stimolando l'energia del corpo all'autoregolazione (miglioramento dell'aspetto funzionale). Si può riportare risultati sorprendenti nei disturbi muscolari ed articolari da stress e stanchezza, nel riequilibrio delle funzioni interne, nonché in una vasta serie di disturbi di somatizzazione degli stati psichici.


Clicca per saperne di più sulle origini storico mitologiche della riflessologia tradizionale cinese del piede On Zon Su

Caratteristiche del Corso

Il nostro Corso di Riflessologia Plantare cinese On Zon Su©, permette di acquisire facilmente una conoscenza del metodo tradizionale taoista di massaggio del piede cinese On Zon Su©, tale da permettere di praticare con successo protocolli adatti a moltissimi tipi di clienti nel campo della Riflessologia Plantare.

Con tale bagaglio di conoscenze l'operatore di riflessologia plantare cinese On Zon Su© è in grado di operare con tecniche riequilibranti che agiscono in generale per uno scopo igienico preventivo, ma anche sui singoli punti riflessi del piede a scopo estetico,e/o per il benessere psicofisico. L'operatore prende visione ed impara un metodo in grado di apportargli nuovi stimoli, nuove conoscenze ed esperienze nel caso questi sia anche operatore d'altri tipi di massaggio o di riflessologia Plantare.

Il corso completo di riflessologia Plantare Cinese On Zon Su©, è strutturato in tre (o quattro moduli per alcune sedi); moduli di un anno ciascuno. Ogni modulo (ogni anno), è composto da 8/9 w.e. di 12/14 ore per incontro, per un totale di 140 ore di lezione l'anno comprese lo studio e la pratica guidata fuori orario. Il percorso formativo triennale o quadriennale completo prevede 500 ore di formazione, più eventuali seminari aggiuntivi di aggiornamento e approfondimento. Ogni anno, vale a dire in ogni modulo, sono trattati degli argomenti a sè stanti con argomenti specifici ed univoci. Per accedere ad un modulo non è necessario aver seguito uno degli altri moduli perchè gli argomenti sono diversi da modulo a modulo. Al termine di ogni annualità singola l'allievo è in grado di operare con risultati soddisfacenti e può da subito iniziare a lavorare o sperimentare nel campo della riflessologia plantare quanto appreso. Al termine dei tre (o quattro) moduli (anni) previsti, l'allievo è in grado di operare con risultati professionali d'alta qualità. Il corso è supervisionato e approvato dal caposcuola, il M° Ming medico di medicina tradizionale cinese e depositario del metodo registrato, che potrà presenziare ad una delle prime lezioni del corso e all'ultimo incontro, durante le verifiche finali di apprendimento dove gli allievi, tra le altre prove previste, presenteranno una relazione su alcuni casi reali. Scopri tutta la nostra modulistica

IMPORTANTE!

I corsi di riflessologia plantare sono strutturati per piccoli gruppi,pertanto, è opportuno accertarsi della disponibilità dei posti prima di formalizzare l'iscrizione.

Per tenersi aggiornati dulle disposizioni di legge in merito alle discipline Bio Naturali
Logo Coordinamento Nazionale delle Discipline
Clicca qui

I Nostri Corsi

Date di inizio dei corsi di riflessologia plantare On Zon Su School  aperti a tutti
CLICCA SULLA CITTA' PER MAGGIORI INFO
R O M A (19/12/2020) 
MILANO (17/10/2020)
VERONA (17/10/2020) 
LECCO  (17/10/2020)
MANTOVA (2811/2020) 
SARZANA (05/12/2020)

 

 

Acquista i libri

Da questa pagina è possibile visionare i libri di testo dei corsi di  riflessologia plantare OnZonSu© e tecniche complementari correlate alla riflessologia plantare  On Zon Su©